Tappa 6

Il serpente verde

Si racconta che tempo fa l’Alpe Sgiov fosse infestata da un enorme serpente verde. Questo animale mostruoso si scagliava all’improvviso sui pastori e sul bestiame. I suoi morsi velenosi erano quasi sempre fatali.

Gli abitanti degli alpeggi tentarono di ucciderlo o di allontanarlo in mille modi ma senza risultato.

Viveva in quel tempo a Brione una fanciulla di nome Margherita. Un giorno, la giovane decise di allontanare per sempre il serpente. Non sapeva come fare ma confidava nell’aiuto della Vergine Maria alla quale era molto devota.

Prima di partire, si fermò a pregare nella chiesetta di Brione. Uscendo prese con sé il secchiello dell’acqua benedetta, che, pensava, l’avrebbe sicuramente protetta.

Giunse alla tana di buon mattino. Il serpente si manifestò improvvisamente arrabbiato e spaventoso come sempre. Ma Margherita, invece di lasciarsi prendere dal panico, chiuse gli occhi e iniziò a cantare la preghiera alla Vergine che ogni domenica era solita intonare a Messa. Il serpente, udendo questa melodia, si addormentò ai piedi della ragazza. Margherita continuò a cantare e l’acqua benedetta contenuta nel secchiello si trasformò in una nuvola di vapore che volò sopra alla testa del serpente. La giovane smise di cantare e a poco a poco la nuvola si trasformò in un pesante macigno che precipitando a terra schiacciò la testa del serpente uccidendolo.

Ben presto, nella regione si diffuse la lieta novella della morte del serpente verde e la pace e la serenità ritornarono in quei luoghi.

 

Leggenda di Brione Verzasca
Giuseppe Mondada, La leggenda del serpente verde. In: AA.VV., Il Meraviglioso. Leggende, fiabe e favole ticinesi, vol.1, Dadò ed., Locarno, 1990. pp.136-137. Testo adattato per il sentiero delle leggende. Cristina Zamboni (voce), Andrea Pedrazzini (registrazione)

 
Schermata 2019-03-26 alle 16.50.21.png

I luoghi della leggenda
“Il serpente verde”

Luogo: Brione Verzasca, Alpe Sgiov

 
 

Tappa 6

Osservare e ascoltare

 

1 Inizio del sentiero
2 Un bosco pieno di vita
3 Case Nuove (Cà Nòv)
4 Pozzi della canapa
5 Piantagione
6 Osservare e ascoltare
7 Cappella del Predéll
8 Prato maggiore (Permaióo)

 

L’osservatorio

Gli animali del bosco sono furtivi e fuggono davanti alla presenza degli umani. Volete osservarli?

Entrate nella casetta di legno, restate in silenzio e aguzzate occhi e orecchie. Potreste vedere un picchio, uno scoiattolo o chissà, addirittura una volpe!

Tocca a voi…

Chi vive in questo bosco? Osservate le tracce degli animali: di chi saranno i segni di unghie, corna o denti sui tronchi? Trovate informazioni sullo stato di salute degli animali osservando i loro escrementi? Ci sono buchi nel terreno: cosa avranno fatto? Riconoscete le impronte?

 
 
hero 18.02.11.jpg